Documenti e Residenza a Londra

Diciamo subito che, per i cittadini italiani, non servono permessi di soggiorno per lavorare a Londra. Possiamo iniziare dicendo che, forse, il documento più importante è il NIN, cioè il National Insurance Number: si tratta di un codice identificativo che consente di godere di molti diritti, di godere dell'assistenza sanitaria e, soprattutto, di pagare i contributi; si tratta quindi di un documento indispensabile per poter lavorare in regola.
Non è difficile ottenere questo documento, basta rivolgersi ad uno degli uffici chiamati Social Security Office. Un'altra procedura da eseguire è l'iscrizione all'AIRE; non si può definire una procedura obbligatoria ma ormai è praticamente indispensabile.
Ci sono molti siti che possono comunque essere d'aiuto per avere dettagliate informazioni riguardo a tutto ciò che serve sapere su documenti e residenza a Londra: a parte il sito dell'Ambasciata Italiana a Londra vi è anche quello del Department for Work and Pensions.

Lavorare a Londra

lavorare a londraLavorare a Londra continua ad essere l'aspirazione di moltissime persone e non certo solo italiane. La capitale britannica forse l'unica, insieme a New York, a meritarsi il titolo di "città mondo" resta il luogo a cui molti guardano per darsi nuove opportunità lavorative. Non si pensi che sia facile, anzi. Londra è una città che sa essere spietata da questo punto di vista e se si vuole davvero lavorare lì bisogna essere disposti a prendere non poche porte in faccia. Londra è una città estremamente competitiva, in cui il numero stesso di persone che vogliono lavorarci rappresenta una difficoltà in più. Allora cominciamo con il dire che proprio questa enorme quantità di persone che vogliono lavorare a Londra ha messo in primo piano una necessità: sapere sempre meglio l'inglese. La lingua inglese sta diventando sempre più un primo filtro che un datore di lavoro deve applicare per decidere se farvi lavorare o no.

Economia Londinese

economia ingleseParlare dell'economia londinese significa, ancora e nonostante tutto, parlare della sua finanza: Londra resta il più importante centro finanziario per il business internazionale; ma oltre a ciò la città è uno dei tre maggiori centri per l'economia del mondo intero, insieme a New York e a Tokio. L'economia londinese è tra le cinque più importanti economie cittadine di tutto il mondo, insieme alla sempre presente New York, Tokyo, Los Angeles e Seoul.
L'economia londinese ha virato verso i servizi ben prima della maggior parte delle altre città europee: e molti furono i fattori che determinarono questa particolarità dell'economia cittadina; il più importante è stato sicuramente il fatto che la lingua inglese sia sempre stata la lingua ufficiale per gli affari.

Sistema Fiscale Londinese

tasse a londraNon vi è dubbio che uno dei motivi per cui a Londra sempre più imprese decidono di stabilire una sede sia proprio il sistema fiscale; del resto quello dell'intera Gran Bretagna sembra essere particolarmente favorevole e competitivo per le imprese (come insegna il recente caso di Fiat).
Vediamo alcuni degli aspetti principali del sistema fiscale londinese e inglese in generale. Intanto cominciamo con il dire che vi sono due livelli di tasse; uno gestito dal governo centrale e uno gestito dagli enti locali. Fondamentalmente il primo livello è quello riguardante il reddito sulle persone (chiamato National Insurance), reddito delle società e imposta sul valore aggiunto; il secondo livello, quello locale, come dice il nome, riguarda appunto imposte locali come la Council Tax.



(4) Commenti

Redazione
13 febbraio 2017, 04:17
Ristorante italiano a Londra, ricerca personale con esperienza da inserire nel proprio organico. Le ualifiche richieste sono:
Cuoco, Aiuto Cuoco, Pizzaiolo e Cameriere.
Enzo Balzanelli
08 febbraio 2017, 01:17
Sto cercando cuoco/a italiano/a a londra per un ottima posizione.
Esperienza di almeno 3-5 anni.
Come faccio a contattare chi ho visto sta cercando nei commenti?
Redazione
19 dicembre 2016, 02:18
Ciao Federico, al momento non ci sono notizie certe sul cambiamento di status lavorativo per gli europei in Gran Bretagna, sarà materia di legge nella prossima primavera. Noi comunque daremo notizie appena abbiamo qualcosa di ufficiale.
Federico G.
17 dicembre 2016, 20:20
Dopo il referendum del Brexit cosa cambia per noi italiani che desiderano fare una esperienza di studio e lavoro a Londra?

Scrivici se hai domande o richieste su Londra

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento